Abetone Meteo

lago nero

01. Struttura
Tipologia
02. Quando?
03. Chi?
Adulti
Bambini

lago nero

lago nero

Dal parcheggio, presso gli impianti di risalita (m. 1309) della Valle del Sestaione, si inizia a salire dolcemente lungo la strada sterrata che, nel periodo invernale, costituisce la pista da sci denominata "Rossa". Dopo aver attraversato il ponte sul torrente Sestaione, si continua a salire seguendo le indicazioni bianco-rosse del sentiero n. 104 CAI. Nei pressi di una stretta curva (dopo circa 1 km) si imbocca a sinistra la mulattiera che corre parallelamente al corso del torrente ed infine, dopo un facile guado e una ripida salita, si raggiunge il sentiero n. 102 che proviene da Boscolungo (GEA-MPT) nei pressi dei depositi comunali dell'acqua potabile (m. 1490). Si prosegue a sinistra per alcune centinaia di metri attraverso un boschetto di abete rosso (1), poi si piega a destra su un sentiero che inerpicandosi lungo il fossetto circondato da piantine di lampone (2) che, con breve ascesa (15 minuti), raggiunge l'ampio pianoro della conca glaciale del Lago Nero. In alto, sulla sinistra, è possibile osservare un boschetto di pino mugo (3). Svoltando a destra in pochi minuti si raggiunge il Lago Nero (m. 1730) (4).
Il ritorno può essere effettuato percorrendo il sentiero n. 100 CAI-MPT fino alla Foce di Campolino; lungo il tragitto è possibile osservare nelle rocce di arenaria molte "marmitte" (5). Dall'impianto di risalita si scende un breve tratto di sentiero che, collegandosi con il tracciato della pista sciistica "Blu", attraversa il versante destro della Valle del Sestaione correndo lungo il confine della Riserva Orientata di Campolino (6). Si raggiunge infine l'impianto di risalita (nostro punto di partenza) in un tempo complessivo di circa 2.30 ore.
1. Abete Rosso (Picea Abies) Alto fino ai 40-50 metri, tronco diritto, chioma conica; pigne mature pendenti lunghe 10-15 centimetri. Foglie aghiformi di colore verde scuro. Predilige terreni umidi e un po' acidi. Ha spesso una radicazione superficiale. In questa zona l'abete rosso era presente già 8000 anni fa, fino ad avere la massima diffusione 6000 anni fa; da allora in poi il faggio ha cominciato ad occupare aree sempre più estese facendo regredire le colonie relitte di abete.
2. Lampone (Rubus Idaeus) Arbusto perenne alto circa 1 metro con stoloni striscianti che cresce molto bene nella zona montana anche oltre i 3000 metri. I suoi frutti sono di colore rosso-rosso scuro con molte drupeole e sono ottimi per sciroppi, marmellate e liquori. La raccolta è sottoposta a regolamento.
3. Pino Mugo (Pinus Mugo) Pino nano arbustivo, con rami ascendenti, sino a 3,5 metri, che forma macchie e gruppi al di sopra del limite superiore del bosco. Alcuni esemplari sono stati reintrodotti in Appennino nella zona del Lago Nero. Sono osservabili lungo il tratto di sentiero (n.100 CAI) che collega il lago con la Foce di Campolino.
4. Lago Nero: Laghetto di origine glaciale posto in una "conca" dovuta alla sovraescavazione di un antico ghiacciaio. Nel lago (il nome deriva dal cupo riflesso delle sue acque) vivono due varietà di tritoni, l'alpino e il crestato e sulle sue sponde è possibile osservare una varietà di aglio e le velenose bacche rosse del mezzereo molto simili al ribes. Vicino al lago c'è un piccolo rifugio (non custodito) le cui chiavi sono reperibili presso il CAI di Pistoia.
5. Marmitta: La sabbia e i ciottoli, trascinati dal moto vorticoso dell'acqua, erodono nel tempo la dura superficie della roccia, generando caratteristiche cavità di forma cilindrica: le "marmitte". Nel fondo di ogni marmitta è possibile osservare i detriti che l'hanno scavata.
6. Riserva Naturale Orientata di Campolino: La riserva si estende sul versante destro dell'alta Valle del Sestaione con una superficie di circa 100 ettari e a una quota compresa tra i 1442 metri del lago del Greppo fino ai 1850 metri della Foce di Campolino. La riserva è stata istituita allo scopo di proteggere alcuni popolamenti di una specie arborea autoctona assai rara sull'Appennino costituita dall'abete rosso.
7. Pernice (Lagopus Mutus) Reintrodotta nell'area della Riserva orientata di Campolino, la pernice abita sui crinali montani sassosi con vegetazione rada. La femmina di colore grigio fulvo si accoppia a fine primavera e depone mediamente una mezza dozzina di uova in un nido riparato dalla bassa vegetazione e dalle rocce. Il maschio di colore più scuro è a guardia della sua famigliola ed emette suoni grattanti e profondi in caso di pericolo.

Caratteristiche

Dislivello salita m. 430
Lunghezza a./r. km 8
Tempo di percorrenza a. h. 1.30 / r. h. 0.50
Tipo di tracciato strada sterrata, mulattiera, sentiero
Attrezzatura binocolo, macchina fotografica, scarponcini da montagna, mantellina, borraccia
Punto di partenza impianti di risalita della Valle del Sestaione. Raggiungibile da Abetone con deviazione a destra presso Fontana Vaccaia in direzione di Pian di Novello
Segnaletica n. 104 CAI bianco-rosso
Difficoltà media

Località: Abetone

ARTICOLI CORRELATI

TORRI DI POPIGLIO

Dal parcheggio, posto a 505 metri di altitudine, seguite per via Fabbrica, fino a raggiungere via della Valle.

leggi
ITINERARIO DELLA GHIACCIAIA

L’Itinerario della Ghiacciaia porta coloro che lo percorrono, in quelle zone della valle del Reno in cui, dalla fine del Settecento fino alla metà del Novecento, l’attività principale fu la produzione del ghiaccio naturale.

leggi
ITINERARIO FERRUCCIANO

Durante i primi giorni di Agosto del 1530, sulla montagna pistoiese, si svolse una battaglia fra le truppe fiorentine, guidate dal Commissario Generale di Campagna Francesco Ferrucci, e le truppe imperiali, numericamente superiori, guidate da Fabrizi...

leggi
OSSERVATORIO ASTRONOMICO

L’Osservatorio Astronomico di Pian dei Termini, sulla Montagna Pistoiese, è stato progettato nel 1982 dal Gruppo Astrofili Montagna Pistoiese e venne favorevolmente accolto da tutti gli Enti Regionali territorialmente interessati.

leggi
PASSEGGIATA AL PONTE CASTRUCCIANO

Un certo numero di strade tortuose in pietra allinterno del borgo medievale mantenendo una splendida vista sulla valle sottostante Lima.

leggi
ITINERARIO DEL TRENINO

L’itinerario del trenino è un percorso che da Limestre porta a Gavinana, poi a Maresca e da qui si prosegue verso Campotizzoro.

leggi
PERCORSO IN BICICLETTA

Il percorso inizia a Capostrada, prendendo la SS 66 (Abetone- Modena), fino a Ponte Calcaiola per poi svoltate a destra per S.

leggi
IL PONTE SOSPESO

Il Ponte Sospeso sul torrente Lima si trova a Mammiano Basso.

leggi
RODODENDRO

font face=Verdana size=1Da piazza delle Piramidi (m 1385) b(2)b si prende la strada che sale leggermente in direzione dellUccelliera, e dopo circa 50 metri si devia a destra, inoltrandosi nella foresta di Boscolungo b(3)b.

leggi
LAGO TURCHINO

Litinerario del Lago Turchino presenta un dislivello di 350mt con una lunghezza (andata + ritorno) di 10 Km circa.

leggi
LAGO NERO

pDal parcheggio, presso gli impianti di risalita (m.

leggi
A SPASSO PER ABETONE

Cuore di una zona riconosciuta come la più celebre stazione sciistica dellAppennino Tosco-Emiliano, il Passo dellAbetone, con i suoi 1388 mt di altitudine, deve la sua fama alle alte cime che gli fanno corona.

leggi
VIA MODENESE

La strada, nata ufficialmente nella seconda metà del Settecento per agevolare i commerci tra Pistoia e Modena, in realtà svolse un preminente ruolo militare e politico essendo la principale arteria di collegamento, attraverso Pistoia, tra Livorno e F...

leggi
DOGANA

Boscolungo, località posta al confine del Granducato di Toscana e il Ducato di Modena, in seguito allapertura della via Modenese, venne dotata di una locanda, di una stazione di posta e della dogana.

leggi
SAN LEOPOLDO

La costruzione della chiesa e listituzione della parrocchia sono di poco posteriori allapertura della strada Modenese.

leggi
LE PIRAMIDI

Erette in occasione dellapertura del Valico dellAbetone quale memoria del Granduca di Toscana e del Duca di Modena, segnavano in maniera evidente il confine tra i due stati, trovandosi luna sotto la giurisdizione di Pietro Leopoldo e laltra sotto que...

leggi
VAL DI LUCE

Un tempo Valle delle Pozze, la vallata, dominata dallAlpe delle Tre Potenze (mt 1940 slm), è nota oggi come Val di Luce.

leggi
ALBERGO FARINATI

LAlbergo sorge su uno sperone roccioso a 1700 mt di quota, ed è la più evidente testimonianza del faraonico progetto dellingegnere Lapo Farinati.

leggi
ORTO BOTANICO

Situato nellalta Valle de Sestaione, ad una quota compresa tra i 1270 e i 1300 mt, questo particolare giardino alpino accoglie piante di grande interesse scientifico, molte delle quali sono oggi in via di estinzione.

leggi
SPORT

Abetone, nota già agli inizi del Novecento per le opportunità che offriva agli appassionati di sci, è ancora oggi la più importante stazione di sport invernali dellItalia Centrale.

leggi

OFFERTE SPECIALI

promo attrezzatura
Offerta Valida dal 1 agosto al 31 agosto
Pubblicata da: Sport Balante Sport
leggi l'offerta
Snow Park Abetone

Per gli amanti dello snowboard il Comprensorio sciistico dell'Abetone offre due differenti Snowpark attrezzati, uno all'Abetone e l'altro in Val di Luce

Comprensorio dell'Abetone

L'Abetone di trova al centro di un più ampio comprensorio che offre ai turisti sia numerose altre piste da sci che percorsi di trekking, suggestive vallate e Borghi Medievali.

Mappe Abetone

Abetone.com vi offre la situazione sempre aggiornata relativa agli Impianti, alle Piste ai Campi Scuola, agli Snowpark e informazioni utili per chi vuole soggiornare all'Abetone.

Dati mappa
Map data ©2015 Google
Dati mappaMap data ©2015 Google
Map data ©2015 Google
Mappa
Styled Map

Registra la tua struttura su Abetone.com